Bestiario immaginario

Ci è stato assegnato il compito di inventare un animale, questi sono alcuni schizzi.
Una volta identificata la mia bestia, le ho dato colore.
Infine ho deciso dove era più opportuno che abitasse, la sua dieta. Questa è una sorta di ambientazione.
Abbiamo testato la tecnica della stampa monotipo.
Questo è il meglio che potessi fare. Un animale cieco, insettivoro, con piume sparse qua e la. Vive in una foresta tropicale, è tanto magro da sembrare il personaggio cattivo di una storia.

“Questo non posso crederlo!”, dichiarò Alice. “Proprio non puoi?”, chiese la Regina in tono compassionevole. “Prova ancora: fai un respiro lungo e chiudi gli occhi”. Alice si mise a ridere. “Non serve a nulla provare”, disse: “Non si può credere alle cose impossibili”. “Oso dire che tu non hai molta pratica”, affermò la Regina. “Quando avevo la tua età, facevo sempre questo esercizio per mezz’ora al giorno. Diamine, certe volte ho creduto fino a sei cose impossibili prima di colazione!” …. Contale Alice: 1. C’è una pozione che ti fa rimpicciolire; 2. E una torta che ti fa ingrandire; 3. Gli animali parlano; 4. I gatti evaporano; 5. Esiste un Paese delle Meraviglie; 6. Posso uccidere il Ciciarampa!”

Attraverso lo specchio magico, Lewis Carroll 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...